Archivi tag: servizio giardini

“Un albero al giorno”: il progetto del neo assessore all’ambiente di Sanremo Barbara Biale

Primi sopralluoghi sul territorio per il neo assessore all’ambiente Barbara Biale.

La mattina del 4 maggio 2016, accompagnata dai dipendenti degli uffici del Servizio Beni Ambientali, l’assessore all’ambiente Barbara Biale ha assistito alle operazioni di piantagione di un giovane albero di Tiglio e alla sistemazione di altri alberi tra cui un Ficus macrophylla, una Magnolia e un Salice a Villa del Sole.

“Abbiamo un patrimonio arboreo straordinario a Sanremo che va tutelato e arricchito ogni giorno. Proprio per questo mi piacerebbe onorare la delega al verde pubblico lavorando con gli uffici preposti per piantare un albero al giorno in città” – ha dichiarato l’assessore Biale.

Articolo liberamente tratto da: http://www.riviera24.it/

Il ringraziamento di un nostro lettore ‘milanese sanremasco’ per la cura dei giardini al Sindaco

Ed al suo staff.

Un nostro lettore, Robi Ferrari, che si firma un ‘milanese sanremasco’, ci ha scritto per complimentarsi con il Sindaco Alberto Biancheri ed il suo staff, per la cura dei giardini:

“Sono un ‘milanese sanremasco’ che frequenta da decenni Sanremo per tutte le caratteristiche ambientali che la città offre o offriva. Piano piano, negli ultimi anni, notavo ad ogni mia discesa al mare un lento ma costante peggioramento delle condizioni del verde, dei viali, dei parchi e dei giardini pubblici di una città turistica come Sanremo conosciuta in tutto il mondo, che dovrebbe avere come priorità assoluta la cura di questo settore per il bene della sua economia tutta. Certo sarà stata la crisi, certo sarà stata burocrazia e la macchina pubblica non perfettamente addentro la realtà, certamente il vandalismo e la mancanza di senso civico di parte dei cittadini e turisti, certamente l’assenza di controllo da parte dei vigili urbani… risultato: un declino costante che stava per far perdere le caratteristiche di una città che noi anziani ricordiamo, nel verde pubblico, nei parchi e nei giardini come esempio di cura dei particolari nella semplicità, nell’eleganza e nell’ordine. Bene, detto questo, ho notato dalla primavera 2015 un netto cambiamento in meglio… mi sono domandato che forse Lei, come il Suo assessore competente, provenendo dal settore floricolo, potevate aver individuato la problematica ma che col tempo sareste stati inghiottiti dalla macchina amministrativa pubblica e dai suoi personaggi… e tutto sarebbe stato vano. Da persona positiva quale sono ho sperato di avere conferme positive confidando nella fiducia che Lei, ‘a pelle’ e con i fatti, dà ai Suoi concittadini”

IMG-20150724-WA0008_resized

“Non mi sbagliavo: ritornato in estate ed in questi giorni di vacanza pre-natalizia ho visto rinate, elegantemente e con semplicità, varie zone della città. corso Mombello con un prato sempre perfetto da far invidia a Montecarlo, tutto il centro e le sue piazzette sempre curate e fiorite con stile e semplicità, le aiuole della passeggiata dell’Imperatrice, finalmente ridiventate espressione di spazio e stile, fortunatamente private di un arredo discutibile ‘a scacchi’, chissà da chi progettato. E che dire di Piazza Colombo, delle torri fiorite sparse qua e là per la città, dei lunghissimi prati ed aiuole che costeggiano il porto nuovo, curati ed in ordine. Non fermandomi alle cose più evidenti nei miei giorni di vacanza ho curiosato attentamente per la città… arrivando da Arma di Taggia ho visto finalmente tutte le palme di Viale Mazzini potate e private delle innumerevoli foglie secche che da anni non venivano asportate così come per le palme del Corso dell’Imperatrice… certo è materialmente impossibile in pochi mesi arrivare dove per anni non si è fatto nulla ma posso dire con cognizione di causa che Lei ha dato una sferzata eclatante. Molto probabilmente Lei ed il Suo staff siete riusciti a far capire che le palme possono essere conservate solo nei parchi, ed entro certi limiti, in tutte le loro parti: sui viali, sulle strade e nei luoghi caratteristici frequentati da molte persone devono essere regolarmente ed equilibratamente tenute sotto controllo, correttamente potate e pulite. Ho visto, anche e finalmente, una parte di Via Padre Semeria interessata da una potatura dei pini equilibrata ben eseguita, da necessari abbattimenti effettuati e, mi dicono, da effettuare per evidenti motivi di sicurezza”.

IMG-20150813-WA0013_resized

“Che dire dei trapianti di palme in sostituzione di quelle deperite per punteruolo rosso dai ‘baretti’ del porto vecchio ed in altre zone della città, della rinascita parziale di Parco Marsaglia, dei parchi Ormond, Zirio, del Comune, della realizzazione di un bosco ordinato e variegato nelle specie in zona Pian di Poma al posto di una discarica, bellissima idea. Tutto molto gradevole e funzionale. A proposito di punteruolo rosso… sembra quasi che a Sanremo non esista: tutte le città della costa hanno ben evidenti i segni della presenza dell’insetto malefico: innumerevoli palme afflosciate, tantissimi fusti morti in piedi. Voi, mi dicono e si vede, agite con prontezza e professionalità anche nelle situazioni più difficili limitando al minimo gli effetti di questa calamità naturale. Bravo Lei, il Suo staff ed il settore comunale competente. Ma, essendo anziano e sapendo quindi che le cose non avvengono mai per caso, ho iniziato a chiedere ai miei molti conoscenti di Sanremo, anche Suoi avversari politici, cosa fosse cambiato in questi mesi nel settore. Bene… in effetti qualcosa è cambiato! Mi dicono ci sia, proprio dalla primavera 2015, un agronomo molto competente: un professionista che costantemente ed assiduamente segue tutti i cantieri nella città in sella ad un potente scooter scuro, che dirige i giardinieri sempre con il sorriso, che programma con tempestività e dinamicità, che insegna, che controlla, che interviene con disponibilità, competenza e professionalità. Ecco spiegato il tutto… funzionari ed operatori invariati da decenni, fondi economici in calo per la crisi economica e, controcorrente, miglioramenti evidenti e sostanziali nel verde pubblico… il tutto dovuto alla Sua scelta di una persona giusta al posto giusto. Bravo, che questa prova possa esserLe utile come esempio… cerchi di fare così in tutti quei settori dove ritiene ci sia da ‘svegliare’ e migliorare la macchina pubblica, per il bene di Sanremo e dei suoi cittadini, ‘foresti’ compresi”.

“Restando in tema, dopo tutti questi complimenti che Lei ed il Suo staff vi siete meritati, un piccolo ma sostanziale appunto: ho visto per la città scarsissimo controllo da parte della Polizia Municipale. Anche la timida esposizione di cartelli che invitano ad osservare le norme di legge relativamente ai danni ed al rispetto del verde pubblico e dei giardini, non mi sembra sufficiente se le norme non sono fatte rispettare da chi ha il compito di farlo. Occorrerebbe, a mio modesto parere, una copertura estesa, con questi cartelli, ad ogni zona della città, con severo controllo da parte dei vigili urbani che dovrebbero essere tenuti ed obbligati a far rispettare, padroni di cani inclusi, le ovvie norme di legge, di educazione e di rispetto per la cosa comune. Potrebbe essere utile una regolare informazione alla cittadinanza tramite gli organi di stampa di quanto costantemente realizzato al fine di rendere partecipi e ‘comproprietari’ tutti gli abitanti; fornire e trasmettere insegnamenti veri nelle scuole dai bambini più piccoli a quelli più grandi ad amare il verde e conoscerlo a fondo, per far capire l’importanza di quello che abbiamo tutti sotto gli occhi ogni giorno. Cerchi di essere il più energico possibile con i tutori dell’ordine affinché facciano rispettare quanto faticosamente ottenuto con sforzi umani ed economici ogni giorno per il bene di tutti, nel rispetto del bene pubblico, della legge, dell’estetica della città … e, conseguentemente, dell’economia di Sanremo”.

 

Articolo liberamente tratto da: http://www.sanremonews.it/

Sanremo festeggia la giornata dell’albero presentando il nuovo parco di Pian di Poma

Da sterpaglie e abbandono ad un locus amoenus: l’area rinasce grazie all’intervento dell’Agronomo Roberto Garzoglio.

L’Amministrazione Biancheri ha dato vita ad un’opera di riqualificazione dell’ingresso occidentale della Città dei Fiori.

La vasta area di Pian di Poma, abbandonata da anni, versava ormai in uno stato di incuria totale, che ben poteva essere definito da un’espressione tanto stringata quanto significativa: “discarica di inerti inerbita“, con piante infestanti che superavano abbondantemente il metro di altezza.

Non un giardino, dunque, e tanto meno un parco. La zona non invitava al passeggio e men che meno invogliava residenti e turisti a trascorre piacevoli pomeriggi in compagnia di un buon libro, ammirando il panorama.

giardini-impianto-sportivo-pian-di-poma-sanremo-266220

Sotto la direzione dei lavori dell’Agronomo Roberto Garzoglio, in collaborazione con il Dottor Littardi del servizio Beni Ambientali comunale, però, l’area ha cambiato faccia, trasformandosi in un locus amoenus: un vero e proprio bosco sul mare.
Ad eseguire i lavori è stata la cooperativa Il Cammino/Il Solco.

Tra il campo di atletica e la pista ciclabile di Pian di Poma, l’Amministrazione ha voluto realizzare una vasta area di verde pubblico e per farlo si è avvalsa di un professionista del settore, l’Agronomo Garzoglio, mettendo anche a disposizione i propri uffici.
Dall’insieme di forze è nato un progetto che ha considerato, in modo prioritario, l’aspetto ambientale, con l’esigenza di salvaguardare il rapporto con la costa, il mare e la pista ciclabile.
Per valorizzare l’area è stato scelto di piantumare essenze d’alto fusto ed arbustive tipiche della macchia mediterranea. Ma non mancanopiante esotiche acclimatate che, nell’insieme, accentuano l’idea di naturalità e di biodiversità, costituendo punti di schermo vegetale dalle zone a monte.

giardini-impianto-sportivo-pian-di-poma-sanremo-266219

Un progetto importante, che ha considerato ogni aspetto dell’area (dalla sua fruibilità alla geologia del terreno), ha portato alla scelta di piantumare Jacaranda mimosifolia (pianta originaria del Sud America caratterizzata da fiori di colore lilla) , Brachychiton discolor (albero australiano dal portamento molto sviluppato), Cercis siliquastrum (albero di Giuda), Cinnamomun camphora (albero della canfora), Prunus avium (ciliegio), Prunus cerasifera “artropupurea” (amolo), Quercus ilex (leccio), Tilia cordata (tiglio selvatico). E poi ancora palme di tipo Washingtonia robusta e arbusti.

Una scelta, questa, effettuata per andare incontro ad esigenze diverse, tra le quali quella di piantare esemplari che richiedono poca manutenzione.
Grande attenzione, inoltre, è stata dedicata allo studio delle specie per garantire una elevato valore della vegetazione durante tutti i mesi dell’anno.
Il bosco sul mare, insomma, sarà verde tutto l’anno.

Articolo liberamente tratto da: http://www.riviera24.it/

Festa degli Alberi: il Comune inaugura il boschetto dedicato ai nuovi nati

L’assessore Asseretto: “In questo modo abbiamo reso più ricco il nostro patrimonio arboreo e, proprio in occasione della giornata dedicata alla Festa degli Alberi, possiamo sensibilizzare la cittadinanza al rispetto del verde pubblico”

Sanremo diventa più verde grazie al progetto “Un nuovo albero per la nostra città” che prevede la piantumazione, ogni anno, di un giovane albero per ogni neonato o minore adottato.

Per il primo semestre 2015 il progetto, realizzato dal Servizio Beni Ambientali del Comune di Sanremo, ha portato alla creazione di una superficie boscata limitrofa alla pista di atletica, in località Pian di Poma, dove hanno trovato dimora 146 piante di specie diverse, tutte di alto fusto.

Questo nuovo spazio sarà inaugurato sabato 21 novembre, alle 11, alla presenza dell’Assessore Anna Asseretto in occasione della Giornata Nazionale dell’Albero celebrata con lo scopo di valorizzare la tutela del patrimonio arboreo e boschivo italiano.

Asseretto

Per la realizzazione del boschetto, dopo le necessarie operazioni di bonifica e decespugliamento, sono stati creati anche tracciati di viabilità pedonale. Le piante sono state collocate in funzione di un’efficace prospettiva ornamentale e dello sviluppo architettonico della specie, tenendo conto dell’ingombro volumetrico e del cromatismo floreale e fogliare.

Come ogni nuovo nato o bimbo adottato rappresenta un dono – dichiara l’Assessore Anna Asseretto – così l’Amministrazione comunale ha deciso di donare una nuova pianta alla città. In questo modo abbiamo reso più ricco il nostro patrimonio arboreo e, proprio in occasione della giornata dedicata alla Festa degli Alberi, possiamo sensibilizzare la cittadinanza al rispetto del verde pubblico”.

L’Ufficio Gabinetto del Sindaco ha informato le famiglie interessate mediante una lettera del primo cittadino a tutti i nuovi nati nel primo semestre, con l’auspicio che la piantumazione di questi nuovi alberi possa infondere “in tutta la comunità l’amore per il verde pubblico”.

Sempre nella zona di Pian di Poma proseguiranno le piantumazioni delle piante per i nuovi nati del secondo semestre e i minori adottati.

Articolo liberamente tratto da: http://www.sanremonews.it/

Sanremo: altre palme da abbattere per il punteruolo rosso in corso Cavallotti, giovedì 17/09/2015 l’intervento

Per questo verrà disciplinata la circolazione in prossimità dell’entrata di Villa Ormond. L’urgente intervento di abbattimento verrà effettuato per conto del Comune dal Consorzio ‘Il Cammino’.

Punteruolo

Verranno abbattute giovedì prossimo, dalle 7 al termine dei lavori, altre palme che sono state attaccate dal ‘punteruolo rosso’ a Sanremo.

Il servizio giardini ha infatti previsto la rimozione di alcune piante in corso Cavallotti, nei pressi dell’ingresso di Villa Ormond. Per questo verrà disciplinata la circolazione in prossimità dell’entrata di Villa Ormond. L’urgente intervento di abbattimento verrà effettuato per conto del Comune dal Consorzio ‘Il Cammino’.

Nella zona dei lavori verrà istituito il divieto permanente di sosta e fermata, con rimozione forzata nell’area parcheggio.

Articolo liberamente tratto da: http://www.sanremonews.it/