Alberi

Quando guardiamo con attenzione un albero adulto, ci sono alcune particolarità facilmente individuabili che attirano la nostra attenzione e che ci fanno chiedere quale è il loro significato e se mai sono sintomo di qualche malattia o problema.
La vita dell’albero è complessa, così come innumerevoli sono le interazioni con l’ambiente circostante, popolato il più delle volte da aggressori che in qualche modo cercano di sopravvivere o svilupparsi a spese dell’albero.
Esistono i medici delle piante, in grado di individuare e riconoscere con precisione le patologie o i parassiti che attaccano i nostri alberi per definire il metodo di lotta più opportuno o i sistemi di controllo più appropriati.
Importante è osservare gli alberi ad ogni stagione, questo è un modo di prendersi cura di loro, per individuare il prima possibile ogni sospetto sintomo di sofferenza, consapevoli del fatto che l’albero comunica “sottovoce” attraverso “un linguaggio del corpo” (body language of tree, C.Mattheck) che si può imparare con facilità.

I principali sintomi che devono destare attenzione possono essere così classificati:
Allarme rosso: presenza di sintomi che sono la conseguenza dell’azione lenta ma inesorabile di alcuni parassiti o la risposta fisiologica a condizioni non ottimali presenti nell’ambiente (inquinamento, carenze nutrizionali, etc.)

Immagine2

Sulla chioma:

sintomo: 
presenza di disseccamenti diffusi della parte terminale dei rami (oltre il 50% delle ramificazioni), chioma rada, foglie di un verde scialbo
motivo probabile:
sofferenza dell’ apparato radicale a causa della degradazione operata da funghi quali Armillaria mellea (il noto chiodino) oppure terreno asfittico o non idoneo per presenza di ristagno di acqua.

 

Lungo il fusto :
sintomo: 
presenza di cavità aperte con legno marcio all’interno.
presenza di corpi fruttiferi di funghi a mensola
motivo probabile:
degradazione grave del legno interno e relativo indebolimento della struttura albero

 

Alla base:
sintomo: 
presenza di cavità aperte con legno marcio all’interno
presenza di corpi fruttiferi di funghi a mensola o famigliole
albero inclinato e parte della zolla sollevata

 

motivo probabile:
degradazione grave del legno interno e relativo indebolimento della struttura albero (In genere gli agenti di marciume radicale si comportano da patogeni opportunisti: sono, in altri termini, dei cosiddetti parassiti di debolezza, che riescono ad instaurarsi quando le condizioni vegetative della pianta non sono ottimali)

 

Allarme arancio: attacchi parassitari che possono indebolire l’albero oppure situazioni che potrebbero peggiorare nel tempo

 

Sulla chioma:
sintomo: 
presenza di rami secchi o spezzati di diametro > 10 cm
motivo probabile:
sofferenza dovuta a condizioni ambientali non ottimali
presenza di parassitosi vascolare, ovvero un fungo all’interno dei vasi linfatici

 

sintomo: 
presenza di foglie gialle o disseccate
motivo probabile:
sofferenza dovuta a condizioni ambientali non ottimali
presenza di attacchi parassitari da parte di insetti succhiatori o acari

 

sintomo: 
presenza di due branche che crescono simmetriche ed in competizione (codominanti)
motivo probabile:
rottura del fusto principale o errata potatura (In genere le potature si devono limitare ad un alleggerimento della chioma, mediante la rimozione delle branche e dei rami morti, deboli, malati, e il diradamento di alcuni rami all’esterno della chioma in modo che all’interno della chioma e verso il tronco possano penetrare luce e aria; al contempo, il peso della chioma diminuisce e viene così ridotto il rischio di rottura di parti della chioma.)

 

Lungo il fusto :
sintomo: 
presenza di scortecciature estese o diffuse
motivo probabile:
danno da contatto con automezzi o morte localizzata del cambio, danni da fulmine

 

sintomo: 
presenza di fessure longitudinali o spaccature lungo il fusto
motivo probabile:
probabile presenza di carie interna o elevata sollecitazione subita dall’albero
indebolimento della struttura

 

Alla base:
sintomo: 
presenza di scortecciature o ferite lungo i cordoni radicali
motivo probabile:
danno da contatto con automezzi o iniziale indebolimento dell’apparato radicale

 

Allarme giallo: attacchi di parassiti non eccessivamente aggressivi, sintomo di sofferenza temporanea (siccità, freddo)

 

Sulla chioma:
sintomo: 
presenza di piccole macchie sulle foglie oppure piccole colonie di insetti
motivo probabile:
attacco localizzato da parte di parassiti fungini o insetti quali afidi

 

sintomo: 
presenza di monconi secchi
motivo probabile:
potatura non eseguita correttamente e possibile degradazione nel tempo

 

Lungo il fusto :
sintomo: 
presenza limitata di piccoli fori con fuoriuscita di liquidi o residui di segatura
motivo probabile:
presenza di insetti che mangiano il legno.

 

sintomo: 
presenza di piccoli ingrossamenti o corrugamenti della corteccia
motivo probabile:
reazione dell’albero alla chiusura di ferite o piccoli danni interni

 

In genere le potature si devono limitare ad un alleggerimento della chioma, mediante la rimozione delle branche e dei rami morti, deboli, malati, e il diradamento di alcuni rami all’esterno della chioma in modo che all’interno della chioma e verso il tronco possano penetrare luce e aria; al contempo, il peso della chioma diminuisce e viene così ridotto il rischio di rottura di parti della chioma.